Calendario Finanziario

CALENDARIO FINANZIARIO ESERCIZIO 2018

Ai sensi dell’articolo 2.6.2, comma 1, lett. b), del Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., Risanamento S.p.A. rende noto il calendario finanziario per l’esercizio 2018:

DATA EVENTO

1 febbraio 2018

Consiglio di Amministrazione

approvazione progetto di bilancio e bilancio consolidato esercizio 2017

13 aprile 2018 – prima convocazione

16 aprile 2018 – seconda convocazione

Assemblea annuale degli azionisti
7 maggio 2018

Consiglio di Amministrazione

approvazione resoconto intermedio sulla gestione al 31 marzo 2018

26 luglio 2018

Consiglio di Amministrazione

approvazione relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2018

5 novembre 2018

Consiglio di Amministrazione

approvazione resoconto intermedio sulla gestione al 30 settembre  2018

Le eventuali modifiche alle date sopra indicate saranno tempestivamente comunicate.

Il D.Lgs. 25 del 15 febbraio 2016, che ha recepito la nuova Direttiva Transparency (2013/50/UE), ha eliminato l’obbligo di pubblicazione dei resoconti intermedi sulla gestione, in precedenza previsto dal comma 5 dell’art.154-ter del Testo Unico della Finanza. Il decreto ha altresì attribuito alla Consob la facoltà di prevedere eventuali obblighi informativi aggiuntivi rispetto al bilancio annuale e semestrale. La Consob, sulla base della delega regolamentare contenuta in tale decreto, con Delibera n. 19770 del 26 ottobre 2016 ha apportato modifiche al Regolamento Emittenti in tema di informazioni finanziarie periodiche aggiuntive, applicate a decorrere dal 2 gennaio 2017. Ai sensi dell’art. 65-bis e dell’art. 82-ter del Regolamento Emittenti in vigore da tale data, Risanamento intende pubblicare su base volontaria informazioni finanziarie periodiche aggiuntive, rispetto alla relazione finanziaria annuale e semestrale, riferite al 31 marzo e al 30 settembre di ciascun esercizio, che prevedono – per quanto riguarda i relativi elementi informativi – la redazione di resoconti intermedi sulla gestione approvati dal Consiglio di Amministrazione, in sostanziale continuità con il passato.